Ricamare a mano: 5 oggetti per cominciare.


ricamare a mano

Ricamare a mano è uno di quelle passioni che si tramanda di madre in figlia e, seppure molti ritengano sia caduto ormai in disuso, rimane tutt’oggi uno degli hobby più gettonati tra il pubblico femminile. E, a dispetto dei soliti luoghi comuni, non è raro trovare anche giovani ragazze appassionate di ricamo.

Ricamare a mano, come fare ad iniziare?

La prima cosa è quella di avere una persona competente nel settore che possa seguirci e spiegarci passo passo come procedere. In mancanza di un tutor, è opportuno affidarsi a riviste o tutorial in rete che ci affianchino nel primo approccio iniziale. Ovviamente però non si può intraprendere questo percorso se non dispone degli strumenti adatti. In commercio esistono moltissimi kit per il ricamo già composti proprio per i principianti, che contengono al loro interno tutti gli strumenti base per iniziare.

5 oggetti indispensabili per ricamare a mano

Nel caso si vuole creare da sè il proprio set da ricamo partendo da zero, vi elenchiamo cinque oggetti indispensabili per cominciare a ricamare:

  1. la tela: ovviamente bisogna ricamare su qualcosa. Che sia tela aida per il punto croce, quadretti, asciugamani, bavette, tovaglioli, cuscini e quant’altro, bisogna comunque disporre di un pezzo di stoffa o tela su cui svolgere il lavoro.
  2. gli aghi: appurato che sia necessaria una tela, pare scontato dotarsi anche di un set di aghi di diverse misure per ricamare. Con occhiello grande, con occhiello piccolo, più spesso e più sottile, corti o lunghi, serve avere a disposizione più aghi per ogni diversa situazione. Dunque meglio prendere una rotella di aghi vendibile già composta che acquistare tanti aghi diversi. Risparmierete. E in questo modo avrete modo di acquistare aghi specifici man mano che prenderete confidenza con il ricamo.
  3. i filati: che sia cotone, lana o qualsiasi altro tessuto, per ricamare occorrono fili di diverse grammature e diverse tonalità. Per muovere i primi passi bastano colori primari, come rosso, giallo, blu e nero, ma più in là vi sarà necessario ampliare la gamma cromatica e anche il tipo di filo in base al progetto che avete in mente.
  4. forbici: scontato forse, ma l’uso delle forbici è fondamentale nel campo del ricamo. Meglio dotarsi di un buon paio di forbicine da cucito, vi dureranno tutta la vita se sono di alta qualità.
  5. telaio: questo potrebbe sembrare a primo acchito un acquisto superfluo, invece il telaio in cui bloccare la tela e tenerla ben stesa è estremamente utile specie per persone alle prime armi. Agevolerà il lavoro e vi risparmierà fastidiosi aggrovigliamenti di fili.

Se volete cimentarvi nel ricamo, adesso sapete da dove partire. Buon lavoro a tutte!

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *