L’importanza del telaio per il ricamo


E tu usi o no il telaio per il ricamo a punto croce?

Premesso che per me l’uso del telaio è praticamente scontato volevo darvi qualche informazione sul suo utilizzo perché sempre più spesso vedo clienti che non ne fanno uso. E questo mi sorprende non poco.

Passi pure per piccoli lavori come ad esempio un bavaglino o un porta ciuccio o cose del genere ma per lavori di un certo tipo è fondamentale per un risultato finale degno di nota.

Il ricamo in generale e il punto croce in particolare è un lavoro di precisione. E’ importante che tutte le crocette siano omogenee, che la tensione del punto sia sempre la stessa e che il quadretto non si deformi. E’ solo in questo modo che il risultato sarà perfetto e gratificante. Ed è proprio per questo che dovete usare il telaio.

Già mi sembra di sentire molte di voi che dicono: “Io non lo uso e i miei ricami sono perfetti!” oppure “Io non lo uso e i miei quadretti sono tutti omogenei”, ecc…ecc…

Telaio da ricamo tondo

Questo è il tipo di telaio più semplice e quello più funzionale. Personalmente è il modello che ritengo più pratico e quello che consiglio di acquistare se non lo avete ancora.

Sì, come no…ma avete mai provato col telaio? Fatelo una volta, prendeteci poco poco la mano e poi vediamo se il lavoro vi viene meglio, più veloce e facile con o senza telaio.

Sempre a riguardo volevo darvi un altro consiglio che riguarda la dimensione e il tipo. Già perché come potrete facilmente immaginare esistono telai di diverso tipo e per ciascuno ci sono varie dimensioni.

Il più semplice e anche il mio preferito è quello tondo da tenere semplicemente in mano. Il diametro di questo telaio da ricamo varia dai circa 10 cm fino ai 30 cm.

E’ adatto a qualsiasi tipo di ricamo che sia punto croce, ricamo tradizionale o mezzo punto. Il consiglio è di utilizzarlo piccolo. Piccolo è comodo grande NO!

Molto meglio spostare la tela di tanto in tanto che tenere in mano un cerchio enorme e magari pure pesante!

Ci sono poi quelli rettangolari con misure che variano dai 40×40 cm ai 70x100cm. Di solito si usano per il mezzo punto. Io non li amo per niente, li trovo scomodi e pesanti tanto quanto sono grandi. Per cui anche qui vale lo stesso consiglio: meglio spostare la tela di tanto in tanto che tenere in mano e sulle gambe una cornice da 70×100 cm.

Ci sono poi quelli tondi con base che di solito se piccolini si poggiano sul tavolo o magari hanno il piedistallo per essere poggiati in terra. Come sopra, personalmente non li amo e non li uso.

Per i telaio vige la regola che piccolo è meglio! (almeno per me)

 

 

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *