Gli errori che non devi commettere quando acquisti filati


Maglia e Uncinetto Errori con i filati

Tutti i giorni nel nostro negozio di Ladispoli ci sono (per fortuna) clienti che vengono per acquistare filati da lavorare ai ferri o all’uncinetto. Osservando come acquistano abbiamo notato almeno 4 errori che vengono commessi e che sarebbe proprio il caso di evitare.

Naturalmente gli errori sono secondo la nostra opinione che è quella di chi vende ma vediamo se sei d’accordo con noi anche tu che sei disinteressata. Potresti notare che anche tu li commetti e potresti imparare a riconoscerli e ad evitarli in futuro.

L’osservazione di questi errori è anche dovuta al fatto che tra tutti i clienti che vengono ad acquistare da noi molti sono proprio quelli che vanno alla ricerca della soluzione al problema.

Andiamo subito a vedere dunque quali solo.

Acquistare un po’ di filato per volta

Tutte le volte che si fanno acquisti bisogna stimare la quantità necessaria al lavoro e non c’è mai nessuno che la fa per eccesso. Se ad occhio ne servono 3-4 etti e sorprendente tutte le volte vedere il cliente che dice:

“ok, dammi 3 etti”.

E io gli dico…”non sarà il caso di prenderne un po’ di più”

“ma no….poi che ci faccio?”

“E invece con il maglione senza una manica che ci fai?” (ok, questa non la dico proprio così ma il senso è quello)

Da questo punto di vista per i clienti che acquistano in negozio a Ladispoli poi non ci sarebbe nemmeno il problema del “se avanza che ci faccio” visto che se avanza un gomitolo intero lo possiamo prendere indietro e sostituire con altra cosa.

Quindi la domanda che mi faccio è sempre questa: “Ma perché rischiare di restare senza filato e non poter completare il lavoro?”

Per noi la soluzione è questa: fai una stima per eccesso e se avanza il gomitolo intero o anche due o quelli che sono li rendi e li cambi con altro prodotto. Non è meglio?

Acquistare filati di scarsa qualità

Questo da noi non succede neanche per sbaglio ma di filati che non sarebbe proprio il caso di far passare sotto i ferri o l’uncinetto ne vediamo a metri cubi. In genere sono tutti quelli che dicono così:

“sto facendo questo lavoro e mi manca la lana, l’ho finita, in quel negozio non è più disponibile.”

Ora vi confesso una cosa: di vendite così ne concludiamo una su venti.

Ammesso che si riesca a trovare qualcosa da abbinare il prezzo del gomitolo fa svenire il cliente.

“nooo…..ma io questa l’ho pagata 1,00€ al quintale!”

ehmm….lo so e infatti si vede a due km che pippola di lavoro è venuto fuori!

Male ragazze, andiamo proprio male!

Premesso che di questo se ne potrebbe parlare a lungo e magari in un articolo lo faremo pure però a maglia si devono lavorare filati di qualità perché è solo così che ha un senso realizzare qualcosa a mano. Se vuoi una sciarpa in puro acrilico e lana per scusa fai prima a comprartela (e risparmi pure). E’ solo se vuoi una sciarpa come si deve che conviene fartela a mano visto che lo sai fare. Una sciarpa come si deve costa 50,00€ mentre da noi con 50,00€ ce la fai di alpaca!

Scegliere un filato grosso (così faccio prima)

Scegliere un filato grosso perché devi fare un maglione per il freddo inverno ha senso. Scegliere un filato grosso perché lo vuoi vedere crescere subito no. Noi siamo vicino Roma e il clima è mite praticamente 9 mesi all’anno…c’è gente che vuole la lana da lavorare con il manico dell’ombrellone. Sicura che poi lo sfrutti questo maglione?

E poi mi chiedo: ma se è un hobby, un passatempo, un attimo di relax, che senso ha prendere una lana grossa per finire subito e toglierti un pensiero. Lascia perdere e guardati la televisione.

Ripeto: se lo vuoi grosso perché devi andare sulle Dolomiti è ragionevole ma non acquistare un filato grosso “solo” perché vuoi fare prima. Goditi il tuo hobby e goditi il lavoro finito.

Scegliere sempre filati classici e colori “noiosi”

Questo pure in negozio succede in continuazione. Ci chiedono sempre:

“che filati nuovi ci sono?”

“c’è questo, quello, questo filato moda così, questo colore di tendenza aggiunto alla cartella colori…bla…bla…bla..”

Attimo di indecisione del cliente e poi….

“ah…va bene….dai….prendo il New Zealand” [che più classico non si può]

“ehm… che colore?”

“Nero”

Capisco che c’è un certo scoglio da superare e una certa convinzione da acquisire però se ti riconosci in questa situazione (acquisti sempre filati classici) ti invito a lasciarti andare qualche volta e prendere qualche filato moda o qualche colore particolare. Ti invito anche a giocare con i colori e cioè a prendere magari un filato classico ma di diversi colori e a lavorarli insieme creando righe, inserti, motivi geometrici. Navigando in rete come stai facendo ora può aiutarti a trovare un’infinità  di idee per realizzare capi unici. Ricordo una volta una cliente che semplicemente prendendo le rimanenze di lana Regina che aveva accumulato nel tempo fece un maglione per il nipotino che Missoni se lo sogna.

Ora ti invito a riflettere due minuti e a dirmi se anche tu commetti uno o più di questi errori. Se li riconosci come tali e se sei disposta a lasciarti andare osando con i filati moda e i colori particolari.

 

bye-bye

PS. Se ti è venuta voglia di vedere qualche filato moda ecco i link nel nostro negozio: filati moda P/E  e  filato moda A/I